Life Cycles Film – Un film sulla storia di una mountain bike del fotografo Derek Frankowski

 

 

Ieri sera entrando alla GAM per l’EOFT (European Outdoor Film Tour) mi aspettavo una serata di montagne, vette innevate, roccia, ghiaccio, coraggio, abnegazione ed una buone dose di quel coraggio misto ad ubris di cui solo gli alpinisti sono capaci. Una miscela di elementi che mi porta sempre a sognare il prossimo viaggio e molto spesso a trattenere le lacrime per la forza di cui l’Uomo è capace nei momenti più difficili (chi ha visto 127 Hours o letto “La morte sospesa” di Joe Simpson capisce di cosa parlo).

127 Hours

Un cortometraggio dopo l’altro trascorre la serata (uno era una versione short di The Art of Flight che vi consiglio vivamente se fate snowboard) fino a quando all’inizio di un altro film un nome nei titoli attrae la  mia attenzione: Derek Frankowski. Lo conosco e so benissimo che il soggetto sta per cambiare. Con la prima inquadratura il colore rossiccio della corteccia e la vegetazione non mentono: British Columbia!

Ed ecco così un film sponsorizzato da Scott, Shimano, PinkBike ma non è un film di bici. E’ un film su una bici. Sulla storia di una bici. Personalmente trovo sia uno di quei WOW film come solo The Collective (pure loro del BC sempre in giro per Whistler).

I creatori sono il famosissimo fotografo canadese Derek Frankowski ed il film maker Ryan Gybb. Il tocco di un fotografo nelle inquadrature c’è e si vede.

Vanta rider come: Graham Agassiz, Mike Hopkins, Matt Hunter, Cam McCaul, Riley McIntosh, Evan Schwartz, Brandon Semenuk e Thomas Vanderham.

Il film per quanto visto all’EOFT è davvero molto bello, con un po’ di effetti speciali (non per i rider che non ne hanno bisogno) ed una trama intrigante.

Ecco il sito del film per chi volesse maggiori info o acquistarlo.

 

 

Rispondi